Scritto da Admin
13 feb 2009

AUDIPRESS, SALTANO I DATI AUTUNNALI: DAL 2009 SI RILEVA LA LETTURA STAMPA-WEB

Audipress


Mentre si lavora al nuovo impianto, che vedrà la luce nel 2010, si è deciso di non pubblicare i dati dell’autunno 2008.
Novità per Audipress. La ricerca sui lettorati della stampa, infatti, sarà sospesa per tutto il 2009, dopo i risultati sorpendenti della rilevazione autunnale 2008 (che avrebbero dovuto essere pubblicati in questi giorni, e che invece saranno sospesi), che per la prima volta introduceva nuove sezioni di ricerca, volte a valutare da un lato la correlazione tra lettura su carta e su web e dall’altro il vissuto dei lettori nei confronti delle testate lette.
Sembra che proprio le risposte date su questi temi dai lettori intervistati abbia suggerito che è venuto il momento di ripensare completamente Audipress, tenendo in considerazione un mondo dove il lettoratto è diventato multimediale. “La sperimentazione – afferma infatti un comunicato di Audipress – ha fornito spunti molto utili che suggeriscono lo studio di una significativa evoluzione dell’indagine di lettura della stampa in Italia.

Di conseguenza, il cda di Audipress, riunitosi in data 27 Gennaio 2009 sotto la guida del presidente Vincenzo Vitelli, ha deliberato di avviare lo studio e la definizione di un nuovo modello di indagine, basato sugli elementi scaturiti dalla sperimentazione realizzata nell’autunno 2008 e tenendo conto dei cambiamenti strutturali del mondo della comunicazione intervenuti negli ultimi anni”. Ma c’è di più. “I dati rilevati con la nuova metodologia – prosegue il comunicato – non sono confrontabili con i precedenti, e conseguentemente il consiglio ha deciso di non dare luogo alla pubblicazione dei dati dell’indagine sperimentale autunno 2008″. Il comitato tecnico di Audipress verrà a breve incaricato di analizzare i risultati della recente sperimentazione e definire la nuova metodologia di indagine di lettura che vedrà la luce nel corso del 2009.
I risultati saranno quindi diffusi presumibilmente non prima del 2010. Inoltre, il consiglio ha deliberato di promuovere incontri operativi con gli operatori della comunicazione, per informarli delle linee guida della nuova indagine al fine di ottimizzarne l’utilizzo e rispondere in pieno alle esigenze del settore.
Fonte: Pubblicità Italia